giovedì 19 aprile 2018 ore 15.31

CINEMA

CINEMA

C'ERA UNA VOLTA GESU' - Film d'animazione

Domenica 15 aprile 2012, ore 16:00

C'ERA UNA VOLTA GESU' - Film d'animazione

 

"IL VOLTO DI GESU' NEL CINEMA E NELLA CULTURA"  
Iniziativa dell'ACEC per approfondire i molti aspetti della attualità di Cristo

Anche quest'anno, l'Acec riprende l'oggetto del convegno del Progetto Culturale della Cei, Gesù nostro contemporaneo (in programma a Roma dal 7 all'11 febbraio) e promuove la realizzazione nelle Sale di manifestazioni dedicate al tema "Il volto di Gesù nel cinema e nella cultura".
L'iniziativa è rivolta alle sale della comunità di tutta Italia e la Sala della Comunità è stata scelta per la Diocesi di Vicenza.
Ecco il programma dell’iniziativa:

1) Domenica 1 aprile ore 21.00 e Lunedì 2 aprile ore 21.00: I COLORI DELLA PASSIONE
2) Domenica 15 aprile ore 16.00: C’ERA UNA VOLTA GESU’
3) Domenica 22 aprile ore 16.00: JESUS CHRIST SUPERSTAR
4) Sabato 28 aprile ore 21.00 e Domenica 29 aprile ore 16.00: THE TREE OF LIFE

C’ERA UNA VOLTA GESU’

Genere:Film d'animazione
Regia: Stanislav Sokolov & Derek Hayes
Interpreti: I personaggi della storia di animazione con le voci italiane: Jesù (Francesco Prando), Pietro (Massimo Dapporto), Giairo (Oliviero Dinelli), Tamara (Valentina Mari), Giuda (Tony Sansone), Cleofa (Vittorio Di Prima).
Nazionalità: Galles/Russia
Durata: 85'


Tematiche: Tematiche religiose; 
Soggetto: Ecco Gesù al lavoro a Sefforis, città dell'alta Galilea nell'anno 90 dell'era romana. Dopo la sua predicazione, ecco la narrazione della Passione e della Pasqua, fino all'Ascensione: una vicenda che é accaduta duemila anni addietro, ma é ancora attuale e dai significati universali. Ad osservare questi avvenimenti destinati a cambiare la storia del mondo c'é la piccola Tamara, testimone innocente e quasi involontario.
Valutazione Pastorale ACEC: Una vita di Gesù affidata alle forme animate. La tradizione dell'animazione europea viene affiancata da una nuova tecnica di ripresa, detta 'model animation': ne derivano personaggi tridimensionali che si discostano notevolmente dai consueti cartoon all'americana. La preparazione é durata oltre quattro anni, impiegando 250 tecnici su sei set diversi per ottenere 12 secondi di girato al giorno. Il lavoro conclusivo in post-produzione ha sfruttato poi le più importanti tecnologie d'animazione in 2D e 3D. Un grande impegno per un lavoro sicuramente originale e inconsueto. Il film nasce con "un'anima cristologica", guardando alla vita di Gesù e più da vicino alla sua Passione. Si tratta di un tipo di espressione visiva in cui convivono due registri, quello realista e quello di fantasia: dall'incontro di entrambi é possibile realizzare opere attendibili su Gesù. E' del resto opportuno ricordare un'osservazione fatta anche in altre occasioni. Quando esce un film su Gesù, oppositori e sostenitori si confrontano, dimenticando però che l'opera, questa come le altre, non ha la pretesa di esaurire il mistero del figlio di Dio. Chiarito il quadro di fondo, ci sono almeno due motivi che rendono interessante il film: la novità delle tecnologie usate, e la grande presenza di bambini in un contesto di festa. E' significativo che a legare tutto il racconto sia il punto di vista di Tamara, la piccola figlia di Giairo, capo della sinagoga. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare senz'altro come positivo, accettabile e semplice nella scorrevolezza della forma narrativa.

Condividi

Biglietto intero: 5.00 €
Biglietto ridotto per i ragazzi fino ai 14 anni: 4.00 €