lunedì 22 gennaio 2018 ore 21.11

EVENTI

EVENTI

UN ILLUSTRE SCONOSCIUTO

Venerdì 5 dicembre 2014, ore 21:00

UN ILLUSTRE SCONOSCIUTO

E’ nato a Brendola, esattamente al “Peocio”.
A Brendola è morto ad aprile di quest’anno; i pochi Brendolani presenti alla cerimonia funebre, presso la chiesa di S.Stefano, raccontano della partecipazione di personalità di altissimo profilo che gli hanno reso omaggio. 
Il 5 gennaio 1955, due giorni dopo essersi sposato, è stato il 1° medico italiano a partire missionario in Africa. Ha contribuito a far nascere la 1a scuola per infermiere africane in Kenia (1957) e ad avviare, con l’Università di Padova, la Facoltà di Medicina dell’Università di Nairobi (1966), dove fu il 1° docente di Anatomia Umana; senza contare gli ospedali e le iniziative che ha avviato o ispirato.
E’ stato ricevuto con tutti gli onori da Sua Maestà la Regina Elisabetta, la Regina Madre, in visita a Nairobi nel 1959. Ha avuto colloqui personali con quasi la metà dei Presidenti dei neonati stati africani e un stuolo di Ministri e Ambasciatori italiani e stranieri.  
Nella lista degli illustri ospiti che hanno onorato della loro presenza la sede dell’ambasciata italiana in Tanzania compare, nell’elenco del sito web, accanto ad Alberto Moravia e Pier Paolo Pasolini. 
E’ stato ricevuto personalmente da due Papi santi, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, che lo hanno premiato.
Fu l’elaboratore di importanti documenti sui principi e sui criteri di intervento nel campo della cooperazione sanitaria nei paesi in via di sviluppo, anticipando qualsiasi organizzazione internazionale sugli indirizzi da dare a tale cooperazione.
Con lui ebbero origine i primi programmi paese e gli accordi di cooperazione a livello di governi tra L’Italia e il Kenia, la Tanzania, il Mozambico, l’Uganda, il Rwanda e l’Angola.
E’ riconosciuto come uno dei tre pilastri storici della la più importante e longeva organizzazione umanitaria operante in Africa e nel mondo in campo sanitario, il CUAMM Medici con l’Africa, di cui è stato il “leader visionario”!
Tutti lo hanno incontrato in paese ma forse nessuno, al di fuori della sua famiglia, l’ha conosciuto davvero.
A Lui, al Professore, all’ ”eroe silenzioso” (ma Lui non voleva sentir parlare di eroi) dedichiamo una serata, venerdì  5 dicembre alle ore 21.
Come? Chi è questo illustre, illustrissimo sconosciuto? Venite a scoprirlo in Sala della Comunità!
 
“Se pochi uomini di poco conto, facessero cose di poco conto, in molti posti di poco conto, la faccia della terra potrebbe cambiare”  [G.Torelli]
Condividi