martedì 21 novembre 2017 ore 07.20

NEWS

La Nasa aveva un problema ... e 3 risorse inaspettate

La Nasa aveva un problema ... e 3 risorse inaspettate

9 novembre 2017

Nella storia americana pochi traguardi sono stati tanto celebrati quanto il programma spaziale. Al Presidente Kennedy viene dato il merito di avere galvanizzato il paese spingendo gli americani a sognare in grande. Tutti conoscono le missioni Apollo e molti sanno i nomi dei coraggiosi astronauti che hanno compiuto quei primi passi nello spazio: John Glenn, Alan Shepard e Neil Armstrong. Tuttavia, sorprendentemente, i nomi di Katherine G. Johnson, Dorothy Vaughan e Mary Jackson non vengono insegnati a scuola né sono noti alla maggior parte delle persone, sebbene la loro energia e audacia, unite al ruolo fondamentale di ingegnosi “computer umani”, siano stati indispensabili alla NASA per realizzare i progressi che hanno reso possibile il volo dell’uomo nello spazio. È a loro che si devono i calcoli matematici che hanno permesso il lancio di John Glenn in orbita intorno alla Terra all’incredibile velocità di oltre 17.000 miglia orarie per compiere tre volte il giro del pianeta.
Era quella un’epoca in cui le opportunità potevano apparire ingiustamente limitate: ciò era particolarmente vero se eri una donna, se eri di razza afro-americana e, più che mai, se eri una donna afro-americana.

* Giovedì 9 novembre, ore 21
La 4a edizione del Cineforum-edizione d'Autunno presenta:

IL DIRITTO DI CONTARE

Tutte le news…