venerdì 24 novembre 2017 ore 21.21

NEWS

Prima che vegna scuro

Prima che vegna scuro

22 febbraio 2017

Un uomo acconciato grezzamente con una pelle d’orso e una maschera spaventosa attraversa un piccolo borgo di montagna. I volti stupiti dei paesani non tradiscono la verità: tutti sanno chi si nasconde sotto l’orrida figura eppure tutti reagiscono inquieti al suo avvicinarsi. I ragazzini lo insultano, le ragazze tremano civettando. Finché la sua corsa si ferma: davanti a un grande falò l’uomo-mostro alza la maschera come nel più classico gesto da commedia dell’arte per mostrare Marco Paolini al suo primo film da protagonista. È l’inizio di La pelle dell’orso di Marco Segato, tratto dal romanzo di Matteo Righetto.
Il film, come il libro, è la storia di un viaggio che un padre e un figlio fanno dentro se stessi e dentro una foresta di simboli alla ricerca del diàol, il diavolo, un orso che fa strage del bestiame del villaggio terrorizzando la comunità. Con le Dolomiti per sfondo bellissimo ed avvolgente, la caccia all’orso si trasforma inevitabilmente in una caccia forse tardiva a quel rapporto tra padre e figlio che i due non hanno mai avuto. 
La sigla finale del film è rappresentata dalle note di un canto inedito di Bepi De Marzi, “Prima che vegna scuro”, che il maestro ha riscritto per l’esecuzione della Libera Cantoria Pisani arrangiandolo appositamente per l’inclusione nel film. Dopo i successi alle proiezioni di Vicenza e Lonigo, la Libera Cantoria Pisani eseguirà in diretta, per la rassegna Vo’ al Cinema, la sigla finale del film.
 
* Giovedì 23 febbraio, ore 21
La 3a edizione di Vo' al Cinema presenta:

Tutte le news…