mercoledì 20 giugno 2018 ore 17.22

NEWS

Quella volta nel 2008 incontrai quella faccia deforme...

Quella volta nel 2008 incontrai quella faccia deforme...

6 marzo 2018

Pochi libri hanno la capacità di far passare le persone dalla lettura all'azione, ma questo è proprio il caso del romanzo di R.J.Palacio, Wonder. Erano pronti i lettori a seguire un bambino, che a causa di una malattia genetica è nato con una deformità cranio-facciale, che lascerebbe di sasso chiunque? Il risultato è che siamo stati molto più che incuriositi da Auggie Pullman. Mentre molti romanzi esplorano i mondi oscuri della distopia, Wonder porta un cambio di prospettiva, dimostrando che una storia avvincente può ruotare intorno a un concetto molto semplice come quello di essere gentili verso gli altri. "Ho sempre pensato a Wonder come a una riflessione sulla gentilezza" riassume Palacio. R.J., inziali di Raquel Jaramillo, ammette apertamente di essere corsa via quella volta che nel 2008 si ritrovò coi primi figli di fronte ad un vero bambino con deformità facciali, incontrato in una gelateria: "Ci siamo ritrovati seduti vicino a un bambino molto simile a come descrivo Auggie nel libro" Ma la cosa non finì lì. Provando vergogna, Palacio volle fare i conti con la sua reazione, ribaltare la prospettiva guardando dal punto di vista più importante: quello del bambino che involontariamente aveva innescato la scintilla. "Ho iniziato a pensare a come deve essere vivere ogni giorno guardando in faccia un mondo che non sa come guardarti. Ho iniziato a scrivere il libro quella notte stessa".
Diffusosi per passa parola, il romanzo ha venduto più di 5 milioni di copie, ma il suo impatto è stato ancora più profondo: ha ispirato la nascita di un movimento della società civile "Choose Kind" e incoraggiato i lettori a condividere le proprie storie. Il libro ha catturato subito l'attenzione anche di Hollywood. I produttori Tod Lieberman e David Hoberman di Mandeville Films, hanno letto il libro entrambi la stessa notte e deciso di non aspettare oltre. "Ci siamo chiamati ed eravamo entrambi in lacrime, non mi vergogno ad ammetterlo" ricorda Lieberman "Ci siamo innamorati tutti e due di questo bellissimo racconto di compassione e amicizia."
 
* Domenica 11 marzo, ore 15:30 e 18:00

Tutte le news…