martedì 21 novembre 2017 ore 07.27

TEATRO E CABARET

TEATROTEATRO E CABARET

10 GIUGNO 1848

Sabato 3 marzo 2012, ore 21:00
(evento non prenotabile: è scaduto il termine per le prenotazioni)

10 GIUGNO 1848

 

26a rassegna Teatro e Cabaret  2012


Associazione Teatrale Città di Vicenza presenta

10 GIUGNO 1848

di Antonio Baldo

Da un salotto della borghesia vicentina, si seguono le vicende che sconvolsero Vicenza nel maggio 1848 fino alla battaglia del 10 giugno - che valse alla città la medaglia d’oro al valore - quando Vicenza affrontò i temibili eserciti austriaci, guidati dal generale Radetzky, offrendo un’eroica resistenza, prima di un’onorevole resa.
Nel salotto del filoasburgico Lodovico (Samuele Grolla) e di sua moglie, la mazziniana Maria (Marina Savio), s’incrociano le vicende, i timori e le speranze dei giovani innamorati Luisa e Andrea (Elena e Carlo Agostini), di Beatrice, la sconsiderata sorella di Maria, innamorata di un ufficiale austriaco (Laura Paliotto), e dei servitori Bortolo (Marcello De Boni) e Bettina (Anna Teresa Padovan). Frequentano la casa il sanguigno medico Massimo (Urbano Bonato) e il combattivo comandante della Guardia Civica (Loris Zarantonello), oltre a don Alfonso (Bortolo Tomba) e ad alcune amiche di Maria, la pragmatica Clara (Antonia Bianciardi) e la frivola Isabella (Zeila Biondi).
La storia ufficiale s’intreccia alle storie dei protagonisti, e così, tra le vicende dell’amore segreto di Beatrice per la spia austriaca e le diverse opinioni politiche degli uomini, che non sospettano l’attivismo delle donne di famiglia, si giunge al momento della battaglia.
Se la resa risparmia la città dalla distruzione, non sopisce però la spinta nazionalistica dei veneti: l’Italia dovrà attendere, ma l’unità è ormai una promessa che sarà mantenuta.
Sulla scena realizzata da Giocondo Petrolati, i personaggi danno vita ad un quadro fedele dell’epoca, grazie ai costumi di Laura Pretto, che rispecchiano perfettamente la moda del tempo. La vicenda rivive poi, in tempi contemporanei, in un dipinto che il direttore del Museo Civico (Alberto Galla) scopre nella residenza di una discendente della casata degli Asburgo (Rosanna Stimamiglio).
Luci e audio sono di Lorenzo Riello, video e musiche curate da Fabbrica Lumiére, voci fuori campo di Liliana Boni, Samuele Grolla, Paolo Maneschi, foto di Maurizio Morelli.
La direzione artistica è di Liliana Boni

Condividi

Prenotazioni con pagamento on-line o presso filiali Cassa Rurale di Brendola
Biglietto intero: 9.00 €
Biglietto ridotto per i ragazzi fino ai 14 anni: 7.00 €
Prenotazioni senza pagamento on-line
Biglietto intero: 9.00 €
Biglietto ridotto per i ragazzi fino ai 14 anni: 7.00 €
Abbonamento intero: 50.00 €
Abbonamento ridotto per soci Sala e ragazzi fino a 14 anni: 45.00 €