giovedì 23 novembre 2017 ore 00.59

TEATRO E CABARET

TEATROTEATRO E CABARET

BETTINA PUTTA ONORATA E BUONA MOGLIE

Sabato 21 marzo 2009, ore 21:00
(evento non prenotabile: è scaduto il termine per le prenotazioni)

BETTINA PUTTA ONORATA E BUONA MOGLIE

23° rassegna di Teatro e Cabaret 2009

 Compagnia teatrale “I LAMPIONE STORTI” di Villanova di Camposanpiero (PD) presenta

 BETTINA PUTTA ONORATA E BUONA MOGLIE

 di Carlo Goldoni

 riduzione di Giampietro Boso

 regia di Federico Pinaffo

 coproduzione con la compagnia teatrale Il Campo di Campodarsego

 

Nel 1748 Carlo Goldoni scrive "La Putta Onorata", commedia in tre atti che racconta la tribolata storia d'amore di una ragazza veneziana di nome Bettina.
Ne "La Buona Moglie" (1751), il Goldoni riprende la storia di Bettina, qui però già sposa dello spiantato Pasqualino.
Giampietro Boso, direttore artistico della compagnia Il Campo di Campodarsego, ha ripreso e ridotto le due commedie condensandole in un unico testo in due atti che ha intitolato "Bettina Putta Onorata e Buona Moglie". Ne e' risultato un testo incalzante e divertente, dal contenuto a tratti paradossale e grottesco con un risvolto tragico nella parte finale.

E' dello stesso Boso l'idea della collaborazione tra la compagnia Il Campo di Campodarsego e la nostra, per mettere in scena il nuovo testo; noi l'abbiamo accolta con molto entusiasmo.

Trama:

Il primo atto e' tratto da "La Putta Onorata"; protagonista e' Bettina ragazza veneziana di umile famiglia, orfana che vive con la sorella Catte, la sua vicenda si intreccia con quelle del Marchese di Ripaverde che la vorrebbe come amante e il suo amato Pasqualino protagonista a sua volta di uno scambio di paternita' con Lelio, coetaneo spiantato e perdigiorno proveniente da Livorno dove il suo presunto padre, Pantalon de Bisognosi lo aveva mandato ad apprendere l'arte del commercio.
La seconda parte della commedia e' tratta da "La Buona Moglie" qui Bettina e' gia sposa di un ingenuo Pasqualino che si lascia trascinare in avvventure dallo spiantato Lelio; la vicenda culmina in una rissa tra barcaioli tra i quali c'e' Menego, padre presunto di Pasqualino che vede morire tragicamente Lelio il suo vero figlio.

Lasciamo al pubblico il piacere di scoprire il finale, buon divertimento.

Condividi

Prenotazioni con pagamento on-line o presso filiali Cassa Rurale di Brendola
Biglietto intero: 9.00 €
Biglietto ridotto per i ragazzi fino ai 14 anni: 7.00 €
Prenotazioni senza pagamento on-line
Biglietto intero: 9.00 €
Biglietto ridotto per i ragazzi fino ai 14 anni: 7.00 €
Abbonamento intero: 50.00 €
Abbonamento ridotto per soci Sala e ragazzi fino a 14 anni: 45.00 €