mercoledì 24 gennaio 2018 ore 04.59

TEATRO

TEATRO

NELLA NOTTE UN GIGLIO NEL CAMPO

Mercoledì 27 gennaio 2010, ore 10:30
(evento non prenotabile: è scaduto il termine per le prenotazioni)
Mercoledì 27 gennaio 2010, ore 21:00
(evento non prenotabile: è scaduto il termine per le prenotazioni)

NELLA NOTTE UN GIGLIO NEL CAMPO

GIORNATA  DELLA  MEMORIA  

 

La Compagnia Macedonia Clown di Reggio Emilia presenta:

“NELLA NOTTE UN GIGLIO NEL CAMPO” 

organizzato dalla Sala della Comunità e dalla Biblioteca Civica di Brendola in collaborazione con Federgat e ACEC Regionale.

Spettacolo per le scuole alle ore 10:00

Spettacolo per l’intera comunità alle ore 21:00 (ingresso libero)

 

Compagnia MACEDONIA CLOWN (Reggio Emilia)
NELLA NOTTE UN GIGLIO NEL CAMPO
di e con Paolo Garimberti , Federica Reverberi e Stefano Tincani
testo di Vittorio Chiari tratto da “Etty Hillesum Diario 1941-1943 – Lettere 1942-1943”
regia Paolo Garimberti
consulenza alla regia e al lavoro sull’attore Cecilia Di Donato
scenografia e costumi Maria Valli
musiche Stefano Tincani, Elena Biasi
luci, collaborazione tecnica e musicale Andrea Garimberti


Lo spettacolo Nella notte un giglio nel campo racconta l’ultimo anno di vita nel campo di concentramento di Westerbork della giovane ebrea Etty Hillesum. Il testo è basato principalmente sulle lettere che la ragazza indirizzava a familiari ed amici e sui diari che quotidianamente raccoglieva: un centinaio di fogli manoscritti ritrovati casualmente ed interamente pubblicati solo nei primi anni ottanta, che oggi sono considerati un patrimonio immenso di spiritualità per la profonda riflessione di Etty sull’orribile sorte che, insieme al suo popolo, stava vivendo.
Nello spettacolo, si intrecciano la narrazione orale dell’attore con quella prettamente mimica del clown: personaggio visibile ed invisibile che, grazie alla poetica del corpo, amplifica, integra e dialoga con il testo letterario. La scelta dell’Associazione Culturale Macedonia Clown di usare i due diversi linguaggi in forma dialettica deriva dal lungo lavoro di ricerca fatto dalla compagnia sul
clown e sulla sua capacità di veicolare emozioni e significati differenti rispetto al teatro di parola. Ne risulta così uno spettacolo coinvolgente ed originale che riesce a trattare un tema così difficile coniugando la partecipazione emotiva del pubblico alla verità storica.

Condividi

Si accettano solo prenotazioni con pagamento on-line o presso filiali Cassa Rurale di Brendola
Biglietto intero: 9.00 €
Biglietto ridotto per i ragazzi fino a 14 anni: 7.00 €