venerdì 19 luglio 2024 ore 08.49

NEWS

O capitano! Mio capitano!

O capitano! Mio capitano!

22 ottobre 2023

La storia di un ragazzino viziato, un figlio di padre miliardario abituato ad essere servito ed esaudito in ogni suo desiderio. Durante un viaggio su un transatlantico del padre, per sfuggire e nascondersi a dei coetanei incontrati durante il viaggio, cade maldestramente in mare. Nessuno sul momento se ne accorge e sembra che la sua fine sia arrivata, ma il ragazzo viene salvato da un pescatore di merluzzi, un portoghese di nome Manuel. Il giovane viene portato sul peschereccio e scopre che il suo viaggio dovrà durare qualche mese. Dopo un breve periodo di rivolta il ragazzo capisce che per mangiare deve lavorare e quindi si avvicina piano al mestiere. È un ragazzo scaltro e molto sveglio e velocemente impara a muoversi sulla barca. Tra varie avventure la sua vita in mare lo fa maturare velocemente. Sembra che tutto sia perfetto ma mentre stanno tornando a casa, durante un incidente muore Manuel diventato in poco tempo una sorta di secondo padre.  
Il rapporto padre e figlio è il tema più importante in questa storia, e si nasconde sotto il facile ed evidente messaggio da film hollywoodiano del ragazzo agitato che scopre i valori della vita lavorando duro su una barca di pescatori. In particolare nella storia è evidente la rincorsa ad un destino paterno disegnato come esempio assoluto da seguire e da fuggire al contempo. Per il piccolo Harvey i soldi e una grande carriera nel mondo degli affari e per Manuel uno strumento musicale e una carriera da pescatore possibilmente con finale tragico, sono i bagagli lasciati in eredità dai padri. I due, destinati ad incontrarsi, sentiranno da subito un legame fortissimo che non è da vedersi come un rapporto padre-figlio ma piuttosto un rapporto fraterno perché condividono la stessa esperienza. Sono uno il doppio dell'altro. Harvey, come Manuel, dovrà seguire le impronte paterne. Il primo diventando un uomo d'affari e il secondo morendo in mare da grande pescatore. Questa comunione di destini creerà un forte condivisione di sentimenti e le avventure di mare diventeranno un meraviglioso scenario per ambientarle.
 
* Domenica 29 ottobre, ore 16:
Bam!Bam!Teatro di Verona

Tutte le news…


Comune di Brendola